Covid-19
Le raccomandazioni del Dottor Roberto Bertoloni

In questo periodo sentiamo spesso raccomandazioni e consigli per la nostra salute e, come medico, vorrei unirmi a queste voci per portare il mio pensiero ai miei pazienti e a chi mi segue. Ecco dunque un vademecum per cercare di prevenire l’infezione da Covid-19

1. Il primo consiglio ovviamente è quello di limitare il più possibile il contatto con gli altri come previsto anche dalle recenti normative del Governo Italiano. Se però per motivi di lavoro non potete evitare il contatto utilizzate sempre mascherina e guanti.

2. Lavatevi spesso le mani con acqua e sapone ma evitate di farlo diventare un gesto compulsivo, in modo che questo continui ad essere un gesto di prevenzione. Quando lavarsi le mani quindi?


Ricordate di lavarvi sempre le mani prima di

- Consumare degli alimenti e prima di cucinare

- Medicare una ferita

- Applicare o rimuovere le lenti a contatto

- Toccarvi il viso, in particolare bocca, naso e occhi


Ricordate di lavare sempre le mani dopo

- Essere rientrati in casa

- Aver maneggiato cibo crudo, specialmente se si tratta di carne e pesce

- Aver cambiato il vostro bambino

- Aver cambiato assorbente

- Aver utilizzato la toilette

- Aver maneggiato rifiuti

- Aver accarezzato il vostro animale domestico

- Aver starnutito o tossito


In condizioni normali vi direi di ricordarvi di lavare le mani dopo essere stati in luoghi affollati come palestre, aeroporti, treni, ospedali, bar etc. ma in questo momento particolare sarebbe inutile.


3. Cercate di non toccare occhi, naso e bocca con le mani soprattutto quando non le lavate da un po’

4. Cercate di mantenere una dieta sana mangiando molta frutta e verdura che apportano le giuste dosi di vitamine - molto utili le vitamine D e C che ci aiutano a rafforzare il sistema immunitario-. Inserite nella vostra dieta anche frutta secca e fibre.

5. Cercate di mantenere uno stile di vita sano. In questo periodo di isolamento non è facile ma cercate di organizzare le vostre giornate introducendo attività fisica, aprite le finestre ogni giorno per favorire il cambio di aria e mantenete pulita la vostra casa. Se avete un giardino o un terrazzo trascorrete del tempo all’aria aperta soprattutto nelle giornate di sole. Non trascorrete tutta la giornata di fronte al televisore, leggete un libro e coltivate i vostri hobby.

6. Se avete dei sintomi influenzati non allarmatevi, le temperature non sono ancora abbastanza calde e potrebbe essere anche una semplice influenza. Per precauzione però informate il vostro medico ed evitate di uscire, chiedete a un vicino, a un amico o a un familiare di portarvi la spesa a casa o ordinatela direttamente in negozio - molti supermercati infatti garantiscono un servizio di consegna a domicilio-. In questo caso ricordate di non avere contatti con chi vi porta la spesa fatevela lasciare davanti alla porta e aspettate che non ci sia nessuno per uscire a ritirarla. Per i medicinali non fate di testa vostra, non prendete antibiotici se non prescritti dal medico e tenete sempre sotto controllo la temperatura e i sintomi.

7. Se potete quando uscite indossate una mascherina ma, se non siete riusciti a trovarla non fatevi prendere dal panico, mantenete il più possibile la distanza di sicurezza anche sopra un metro e naturalmente uscite solo per casi di necessità quindi per andare a fare la spesa, per lavoro o ragioni di salute.


Per chi vive da solo
Un periodo prolungato di solitudine, soprattutto se non si lavora, può essere difficile da affrontare, cercate di organizzare le vostre giornate dividendole in momenti. I momenti per voi, quelli da dedicare ai vostri animali se ne avete, il momento per chiamare i familiari e gli amici e così via. Cercate di mantenere il più possibile le vostre abitudini e non lasciatevi andare, ogni piccolo gesto ci può aiutare a superare questo momento: apparecchiare la tavola invece di mangiare in piedi o sul divano, pulire casa regolarmente e rifare il letto ogni mattina, fare esercizio fisico…

Per chi vive in famiglia
Anche la convivenza forzata e il cambiamento delle abitudini per una famiglia numerosa possono essere difficili da affrontare soprattutto se si hanno bambini piccoli. Se i genitori continuano a lavorare da casa fate capire ai vostri figli che, anche se vi vedono 24 ore al giorno non tutto il vostro tempo può essere dedicato a loro. Stabilite dei momenti per loro e dei momenti per il vostro lavoro o anche da trascorrere solo fra adulti. Tenete occupati i vostri figli ma insegnandoli anche a giocare da soli. Se i figli sono grandi è importante dividere anche gli spazi in modo che ogni membro della famiglia possa avere un po’ di privacy e non subisca la presenza continua degli altri. Utilizzate i pasti per creare dei momenti di confronto e rispolverate i giochi da tavolo per passare un po’ di tempo insieme.

Prenota ora la tua visita
Clicca per chiamare adesso il +393488919564
Chiama

oppure Invia la richiesta per fissare un appuntamento col Dott. Bertoloni,
verrai contattato dallo studio più vicino a te.