I 3 inestetismi
Che più odiano le donne

Le donne sono spesso fin troppo critiche nell’analisi del loro corpo, del loro aspetto.
Probabilmente, chiedendo a qualunque donna la lista degli inestetismi che vede addosso a se stessa, questa sarebbe ben più lunga di soli tre nomi!
Nessuna parte del corpo è esente da osservazioni e critiche: dai capelli ai piedi tutto viene scrupolosamente esaminato.

In base a queste auto-osservazioni, emerge una speciale classifica di inestetismi, dal più al meno odiato. Vediamo a chi spetta il podio dei 3 inestetismi più odiati dalle donne.

1. La cellulite
Non poteva essere altrimenti: la cellulite è in assoluto l’inestetismo più odiato dalle donne.
E non solo per come influisce negativamente sull’aspetto fisico, ma anche per il fatto che sia un nemico veramente infido: la cellulite, infatti, non guarda in faccia a nessuna e colpisce sia le donne in sovrappeso che le magre e debellarla è una lotta quasi impari.

cellulite

L’aspetto della pelle a buccia d’arancia, soprattutto su cosce, fianchi e glutei, è percepito come l’elemento che maggiormente porta disarmonia nella silhouette. E se d’inverno la si può mascherare con l’abbigliamento, d’estate rappresenta, invece, il tallone d’Achille di moltissime donne, non solo per la prova costume, ma anche semplicemente nell’indossare capi più leggeri e meno coprenti.

La lotta alla cellulite è lunga e richiede tanto impegno, costantemente tutto l’anno: sana alimentazione, attività fisica e cosmetici per tenerla a bada. Dove questi non possono più di tanto, arrivano in soccorso i professionisti della bellezza, dall’estetista al medico estetico: in questi casi i risultati possono essere decisamente più soddisfacenti.

2. Le rughe
Al secondo posto troviamo le rughe. Se la cellulite “deturpa” l’armonia del corpo, le rughe fanno la stessa cosa sul viso.

no rughe

La loro comparsa è il frutto del naturale processo di invecchiamento cutaneo, ma riuscire ad accettarle non è così facile come a dirsi.
La presenza delle rughe sottolinea che la pelle non è più giovane e in più, è generalmente associata ad un colorito più spento e a dei rilassamenti cutanei.
Ovviamente guardarsi allo specchio ed osservare le rughe e tutto ciò che le accompagna non fa di certo piacere. E, anche in questo caso, si gioca di prevenzione: giusta dieta e giusti trattamenti per aiutare la pelle ad invecchiare il meglio possibile. E dove invece il processo è già visibilmente in atto e arriva a creare un vero e proprio disagio si adottano azioni d’urto: trattamenti mirati, anche di tipo professionale e chirurgico, per risolvere il problema in maniera decisa come ad esempio il lifting al viso.

3. Le smagliature
Al terzo posto del podio degli inestetismi più odiati dalle donne troviamo le smagliature. Le smagliature sono delle “striscioline” lievemente infossate di colorito bianco-violaceo, che si formano, in genere, in seguito a cambi di peso repentini: se la pelle non è sufficientemente elastica, all’aumentare del peso non avrà la capacità di adattarsi in maniera uniforme al nuovo volume e tenderà a formare queste striature.
Se sotto gli abiti possono essere gestibili e sopportabili, è in costume o con determinati tipo di abbigliamento – dipende ovviamente dalla loro posizione – che possono rappresentare un grande problema estetico.

smagliature

Contro di loro si può agire solo in prevenzione, cercando cioè di mantenere un peso sempre costante nel tempo e la pelle del corpo sempre ben nutrita ed idratata.
Esistono trattamenti professionali in grado di attenuarle, ma, purtroppo, non di eliminarle.



Prenota ora la tua visita
Clicca per chiamare adesso
Chiama

oppure Invia la richiesta per fissare un appuntamento col Dott. Bertoloni,
verrai contattato dallo studio più vicino a te.