Aquilino o alla francese
Quante e quali forme può avere il naso

La posizione del naso sul volto è una posizione decisamente rilevante: dalla sua forma, dalla sua grandezza e dalle sue caratteristiche dipende tutta l’armonia dell’intero viso.
Sappiamo benissimo che il naso rappresenta uno dei maggiori punti deboli nella percezione del proprio aspetto per moltissime persone, specialmente in un’epoca come la nostra in cui siamo tutti selfie-addicted e la nostra immagine viene esposta quotidianamente sui social.
Sono infatti in aumento sempre di più le richieste di interventi di rinoplastica per correggere o migliorare la forma e le dimensioni dei nasi.

Cos'è la Rinoplastica

Quando il disagio nei confronti del proprio aspetto esteriore diventa talmente grande da determinare sofferenza è giusto rivolgersi ad un professionista che sarà in grado di far conciliare la realtà con le aspettative e i desideri: il bravo chirurgo plastico, infatti, sarà il primo a guidare una scelta saggia, possibile e realistica per il proprio futuro aspetto.

È importantissimo avere uno sguardo lucido in proposito: magari i sogni e le aspettative che abbiamo sono totalmente inadatte al nostro viso o irrealizzabili. Maglio affidarsi a chi, con esperienza e perizia, possa focalizzare bene la situazione e consigliarci al meglio.
Di fondamentale importanza è il fatto che il nuovo naso vada ad armonizzarsi con tutto il resto dei tratti, con tutto il volto.

Tutte le forme che può avere un naso


Vi siete mai chiesti quale tipo di naso avete?
Esistono diverse tipologie di naso, raggruppabili in vere e proprie categorie.

Curiosi di scoprire la giusta definizione per il vostro naso?

• Naso aquilino: è conosciuto anche come naso romano o naso dantesco; è un tipo di naso che ha un ponte sporgente e un dorso prominente. Si chiama così perché la sua forma ricorda vagamente il becco ricurvo del rapace.

• Naso camuso: detto anche naso a patata, è quel tipo di naso un po’ schiacciato e che si sviluppa in larghezza.

• Naso alla francese: si presenta dalle dimensioni ridotte, con dorso incavato e la punta all'insù. È considerata la forma di naso più armoniosa e bella.

• Naso alla greca: la caratteristica del naso greco è il lungo ed elegante ponte, che tende a formare una linea dritta con la fronte. La sua caratteristica è appunto una continuità di profilo tra fronte e naso.

• Naso a uncino: di solito è un naso di piccole dimensioni ma allungato e con la punta riversa verso il basso, come un uncino.

• Naso con punta diseguale: si ha quando la punta della narice appare asimmetrica: un lato della punta può essere più grande o più piccolo, più alto o più basso o semplicemente storto.

• Naso storto: quando le ossa del naso o il setto nasale non sono allineati ad angolo retto con la linea mediana della faccia, il naso può presentare un'inclinazione verso un lato.

• Naso con una proiezione prolungata: quando la punta di un naso sporge troppo, questo difetto può farla sembrare più grande di quanto non lo sia realmente.

• Naso depresso: questo tipo di naso presenta una depressione o una fossetta nella superficie lungo il ponte nasale.

• Naso con narici ampie: l’eccessiva ampiezza delle narici può dipendere dal fatto che la pelle che lo ricopre è troppo grossa o quando la struttura ossea sottostante è un po’ più ampia rispetto al normale.


Prenota ora la tua visita
Clicca per chiamare adesso
Chiama

oppure Invia la richiesta per fissare un appuntamento col Dott. Bertoloni,
verrai contattato dallo studio più vicino a te.