Vitamina D
Perché è importante e come assumerla anche in inverno

La vitamina D viene anche chiamata la “vitamina del sole”; comprende un gruppo di veri e propri ormoni – vitamina D1, D2, D3, D4 e D5 – e viene sintetizzata per la maggior parte dalla pelle quando questa viene a contatto con i raggi solari – da qui il suo nome alternativo – e solo in minima parte viene introdotta con la dieta.

Perché la vitamina D è così importante per il nostro organismo?


La vitamina D è basilare per la nostra salute: in età pediatrica è fondamentale per garantire un’adeguata calcificazione delle ossa, prevenendo le deformazioni ossee e il rachitismo; durante l’età adulta, invece, regola il metabolismo del calcio, aiuta a rendere i denti più forti e resistenti alla carie, mantiene nella norma i livelli di calcio e di fosforo nel sangue.
Ma non solo: la vitamina D ha un ruolo fondamentale nel funzionamento di muscoli, cuore, polmoni e cervello ed è un potente alleato del sistema immunitario.

Come si assume la vitamina D?


Tramite l’alimentazione possiamo introdurre solo una minima quantità di vitamina D. La possiamo trovare in quantità apprezzabili nei pesci grassi, come salmone, aringhe, sgombro e tonno, nell’olio di fegato di merluzzo, nei formaggi grassi, nelle carni rosse e nelle uova.
Ma queste fonti alimentari non sono sufficienti per il nostro fabbisogno.
La nostra vera fonte di vitamina D è il sole: grazie all’esposizione alla luce del sole, il nostro organismo, attraverso la pelle, la sintetizza e la produce.
Nel nostro Paese, durante i mesi caldi, quindi, l’approvvigionamento di vitamina D non è un problema. Il problema, semmai, si presenta con l’arrivo dell’inverno.

La vitamina D in inverno


Le ricerche scientifiche ci dimostrano che, purtroppo, una larga parte della popolazione mondiale ha problemi nell’assunzione di vitamina D. Questo perché, in generale, le popolazioni più urbanizzate tendono a trascorrere sempre meno tempo all’aperto – chi vive in città trascorre l’80-90% del tempo al chiuso.
Tutto ciò peggiora durante il periodo invernale, quando, anche volendo e potendo stare all’aperto, le condizioni climatiche rappresentano un grosso limite – giornate più corte e cattivo tempo diminuiscono le possibilità di esposizione al sole.
Cosa possiamo fare, allora, in inverno, per soddisfare il nostro fabbisogno di vitamina D? Per prima cosa, naturalmente, durante le belle giornate di sole, dobbiamo cercare di approfittare di ogni minuto libero a disposizione per trascorrere del tempo all’aria aperta: gli esperti ritengono che siano sufficienti dieci minuti di sole al giorno per soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamina D.
Anche la scienza e la ricerca ci vengono in aiuto per colmare le eventuali carenze di vitamina D proprio durante i mesi invernali quando ne abbiamo maggiore bisogno per combattere efficacemente i malanni di stagione. Sono, infatti, disponibili in commercio degli integratori di vitamina D, da assumere sempre sotto controllo medico.




Prenota ora la tua visita
Clicca per chiamare adesso il +393488919564
Chiama
oppure Invia la richiesta per fissare un appuntamento col Dott.Bertoloni,
verrai contattato dallo studio più vicino a te.