La Dieta di Settembre
Dimagrire dopo l'estate

Al rientro dalle vacanze può capitare di ritrovarsi con qualche chiletto di troppo…in fin dei conti chi non si lascia andare a qualche aperitivo o cocktail in più o a qualche bel gelato durante le passeggiate nelle calde giornate estive?

Niente sensi di colpa, però: almeno una volta all’anno possiamo essere un pochino indulgenti verso noi stessi. L’importante è che a settembre si ritorni alle buone abitudini e ad una sana alimentazione, per dimagrire dopo l’estate e tornare in forma in men che non si dica.

La dieta di settembre


I piccoli eccessi estivi ci hanno lasciato un paio di chili che sarebbe meglio smaltire quanto prima. Cosa fare?

Intanto potresti riprendere a fare attività fisica per risvegliare il metabolismo che, come te, era in vacanza.

frutta colazione dieta

Poi puoi seguire qualche buona regola a tavola, e senza eccessivi sacrifici riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo.

• Riduci le porzioni


Ridurre la quantità di cibo che ingerisci permette al tuo organismo di attingere energie dalle riserve accumulate, facendoti perdere peso in maniera naturale e graduale.
Proprio quest’ultimo aspetto è importante: non devi pensare a chissà quali privazioni a tavola; devi solo porre un limite a ciò che mangerai. Un buon metodo pratico per esercitare una riduzione efficacie ma non esagerata e malsana è dividere idealmente la portata che ti serviresti normalmente, della grandezza che consumeresti abitualmente, in quattro parti ed eliminarne una. In questo modo preparai porzioni ridotte di un quarto, quindi con un quarto di calorie in meno.

• Consuma più fibre


Le fibre sono grandi alleate del nostro organismo, anche quando vogliamo perdere peso: le fibre insolubili, arrivando integre all’intestino, ne facilitano il transito, eliminando più efficientemente scorie e tossine; quelle solubili, invece, aumentano il senso di sazietà e abbassano la glicemia, responsabile tra l’altro degli attacchi di fame.
Dove puoi trovare le fibre?

I cibi ricchi di fibre

Sono ottime fonti di fibre solubili: kiwi, mandarini, mele, pere, pesche, prugne fresche e secche, patate dolci, carote, ceci, fagioli, fave secche, lenticchie, piselli, avena, tutti i cereali integrali e derivati, alghe, aglio, cicoria, porro, cipolla, asparagi e carciofi.
Sono ottime fonti di fibre insolubili: biscotti con crusca, biscotti integrali arricchiti con fibra, farina di frumento integrale, segale, farro, grano saraceno, pane integrale, pasta integrale, piselli, carciofi, cavoli di Bruxelles, funghi, semi di zucca, castagne, datteri, fichi secchi, mandorle, arachidi, noci, mele, pere.

• Mangia ogni 3-4 ore


Quando ci si abitua a fare pasti abbondanti il nostro stomaco tende ad ampliarsi, in modo che arriveremo a sentire il senso di sazietà solo a seguito dell’introduzione di grosse quantità di cibo.

Questo può accadere quando non si vuole rinunciare ai piaceri della tavola e ci si lascia andare, come succede, appunto, in vacanza.

Ma c’è un “trucco” per ingannare lo stomaco e farlo tornare ad un regime regolare: abbiamo già detto che è opportuno ridurre le porzioni; ma per far sì che lo stomaco le consideri sufficienti e non scateni improvvisi attacchi di fame bisogna ravvicinare i pasti, facendo passare non più di 3-4 ore fra l’uno e l’altro. In questo modo anche con quantità di cibo minori si avvertirà quel senso di sazietà che lascia affrontare la giornata con serenità, senza pensare al cibo e senza metterci in condizione di cedere alle tentazioni.




Prenota ora la tua visita
Clicca per chiamare adesso il +393488919564
Chiama

oppure Invia la richiesta per fissare un appuntamento col Dott. Bertoloni,
verrai contattato dallo studio più vicino a te.